Amatori Vigo – G.S. Niù Castel

 
   

gsniucastel_vigo20120505
 
 
CAMPIONATO PROVINCIALE CATEGORIA TOP ECCELLENZA CSI VERONA                29^ GIORNATA giocata
 


AMATORI VIGO – G.S. NIU’ CASTEL  0 – 1 (PRIMO TEMPO 0 – 0)
 
 
BRAVI, FORTUNATI E VIGOROSI
 

VIGO CHE FA LA PARTITA E FALLISCE TUTTO QUELLO CHE COSTRUISCE.

NIU’ CASTEL ORDINATO E PAZIENTE SFRUTTA UNA DELLE DUE PALLE GOL CREATE.

 GRIGIOBLU CHE SALGONO A QUOTA 45 E MANCA IL DERBY.

    

    

     La giornata, penultima di un avvincente ed affascinante campionato, presenta sfide valevoli per ogni zona della classifica. I verdetti fin qui conseguiti sono che il Lazise vince venerdì col Palazzolo e si laurea Campione Provinciale con una giornata di anticipo… congratulazioni! Dossobuono e Caselle devono salutare la categoria. Ci sono ancora in ballo Real Somma e Bardolino (entrambe vincenti in trasferta) che lottano per evitare il terz’ultimo posto che rappresenta la retrocessione diretta e Sant’Anna e Vigo cercano di restar fuori dagli imprevedibili play out. In testa il Corrubbio cade in casa col Feyem e il Colognola liquida il Caselle. Pico e Yellow pareggiano a Mizzole e il Peschiera impatta col Sant’Anna. Virus sconfitto in casa dal motivato Bardolino e Somma che vince appunto a Dossobuono. 
      I grigioblu affrontano l’ultima trasferta della stagione con qualche assenza forzata. Assenti ancora i due centrali più utilizzati (Signorini solo in panchina, Menegazzi in licenza), Lonardoni ancora oltre oceano e Fraccaroli a riposo. Spazio quindi ai ragazzi con minutaggio ridotto quali Salgari in avanti, Urru a sinistra della linea mediana. Bottacini ancora ad adattarsi a sinistra dei quattro dietro; Bighignoli e Gini arretrati in difesa.
      Il Vigo impone da subito ritmo e gioco cercando già nei primi minuti il gol e la vittoria che potrebbero risultare decisivi nella corsa salvezza. Tuttavia, nei primi 10 minuti racimola solamente alcune rimesse laterali in attacco che producono un paio di mischie ben sventate dalla retroguardia ospite.
      Al minuto 11, dopo essersi visti fischiare due dubbi fuorigioco, la prima palla gol per i giallo neri; Negri raccoglie l’invito di Ndione e dopo il controllo supera Bighignoli in dribbling servendo in diagonale l’accorrente Miron che si allunga leggermente la palla consentendo ad Anselmi di chiudergli la porta deviando in angolo.
      Replica castellana 10 minuti più tardi con l’azione che si sviluppa sulla destra dove Salgari è bravo a guadagnare il fondo e crossare lungo per il liberissimo Urru. Stop e servizio dentro per Cristofori che controlla e appena fuori dall’area piccola potrebbe calciare a rete. Nemmeno lui sa perché, decide invece di proseguire a ritroso facendo sfumare la ghiotta opportunità.
      Finale di tempo tutto locale con Ferrazza che serve in piena area Ferretto che solo per il classico soffio non arriva a toccare il pallone che sfila sul fondo lambendo il montante sinistro e un paio di minuti più tardi, alla mezz’ora, lungo rilancio di Chiavenato che trova Raffaele in anticipo sugli avanti locali; sciagurato retropassaggio di testa e palla che arriva a Negri lesto a controllare e non altrettanto a concludere. Bighignoli gli sporca il tiro, Anselmi prima devia, poi blocca anticipando Ferretto.
      Se nel primo tempo il direttore di gara aveva sbagliato in un paio di situazioni di offside e lasciato correre qualche duro intervento di troppo, nella ripresa diventa protagonista di decisioni allucinanti che fortunatamente non diventano decisive, ma lasciano basiti per la mediocrità e l’esibizionismo del signore di azzurro vestito.
      I secondi 35 minuti vedono i grigioblu meglio disposti e più vogliosi che lasciano meno spazi agli avversari e provano qualche sortita in più gestendo meglio il possesso palla. Al 36’, infatti, Urru avanza sulla sinistra e serve dalla parte opposta Tomelleri che di prima devia dentro per Salgari. Incredibile fischio dell’arbitro per un fuorigioco che non c’era neanche dopo lo stop dell’azione.
      Al 43’, Braga e Perozeni G. subentrano a Urru e Salgari che avevano fatto il loro esordio dal primo minuto; altri spezzoni durante la stagione solo a gara iniziata.
     Due minuti più tardi giallo a Tomelleri per un fallo a metà campo; il cartellino è corretto, non altrettanto estrarlo solo in quell’occasione visti gli interventi precedenti e successivi di altri protagonisti.
      Al 48’ ammonito Bighignoli e un minuto dopo Martinez per proteste; si gioca così per due minuti in 11 contro 8, con relativi rischi. La squadra ospite si compatta e tiene bene fino a parità numerica ristabilita.
      Al 56’, sostituzione da sottolineare: Pollini, dall’alto dei suoi 43 anni e tre mesi, fa il suo esordio stagionale che gli vale la presenza in tutte le categorie con la stessa maglia e la soddisfazione di aver centrato con i grigioblu i due salti di categoria e la salvezza in questa stagione… non mollare!
      Passa un solo giro di lancette e Degani, investito ora del ruolo di metronomo del centrocampo, imbecca Cristofori in profondità dopo aver rubato palla nel cerchio centrale; il centravanti grigioblu rincorre lungamente il servizio del compagno crossando proprio dalla linea di fondo e calibrando per la testa di Perozeni G. che, tagliando sul primo palo da solo, di testa insacca: al 57’ è 0 a 1.
      Nel finale di gara il Vigo ci prova prima di testa con Ndiaga alto da posizione invitante e con Zuffo che chiude una prolungata azione d’attacco col tiro dalla distanza che sorvola la traversa.
      Dopo sei inspiegabili minuti di recupero, il baffuto direttore di gara chiude col triplice fischio una contesa piacevole nella quale i padroni di casa avevano riposto molte speranze e avrebbero meritato qualcosa di più.
      Si va chiudendo una stagione nella quale concludiamo nella colonna di sinistra della classifica, dove risultiamo essere la neopromossa meglio piazzata tra le quattro salite lo scorso campionato, dove abbiamo (senza contare il derby) raccolto 24 dei 45 punti in trasferta; alla faccia che il campo del Tempio ci agevola.
      Il derby: rimane “solo” quello da giocare! Appuntamento a Mizzole sabato 12 maggio alle 16 e 30. Sarà il secondo nel Top dopo il pari di gennaio e comunque vada ne faremo almeno altri due!
 
Buon derby a tutti.
 

P.S.: con colpevole ritardo dovuto al fatto che ho letto il messaggio solo un paio di giorni fa, volevo ringraziare Mario, mister del Real Somma, per i complimenti relativi alla nostra galoppata salvezza e ricambiare i saluti. Ciao Mario… a presto.


Forza Niù Castel!

 
 

Reti: Perozeni G. (NC).

Ammoniti: Tomelleri, Martinez, Bighignoli (NC).

Espulsi: nessuno.

 

&nbsp

;   IL PAGELLONE

 

Il pagellone è in pausa fino al derby.

                                                                                                                  Pepe1903
 
    
 
 
 

 

Forza G.S. Niù Castel !!!
 

6

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.